Dieci anni in Egitto, Libia e Sudan

dieci-anni-in-egitto-libia-e-sudan-new

Dieci Anni in Egitto Libia Sudan 2
Viaggi e spedizioni nei Deserti di Nubia, nel Deserto Libico e attraverso il Grande Mare di Sabbia. Nel Western Desert e nel Tadrart Acacus; nel Gilf Kebir, nel Gebel Al Uweynat; nel Gebel Arkanu e nel Tibesti. Nel Sinai e nell’Eastern Desert, il Deserto Arabico. Lungo la Darb El Arbain, sulle tracce di Harkhuf “l’Egizio”, il primo esploratore che la Storia ricorda. Le antiche vie carovaniere e le storie dei più grandi esploratori di tutti i tempi. Le grandi oasi: Ghat e Ghedames; Kharga, Dakhla Farafra e Bahariya. Cufra; Siwa e Giarabub; il Fayum. Nei perduti Regni sahariani. Le storie eterne dei grandi Faraoni e del Bahr el Nil, “il Mare-Nilo”, “il Padre dei Fiumi”. Alla ricerca delle immortali leggende incantate del grande Deserto e del grande Fiume.

L’Ambasciatore Claudio Pacifico ha appena pubblicato un nuovo libro dal titolo “Dieci anni in Egitto, Libia e Sudan”(Ed. Sharqiat, 2011). Il libro, che è diviso in due volumi (per un totale di 720 pagine), costituisce un altro tributo a quella che è una delle grandi passioni dell’autore: il deserto. Pacifico già in passato ha pubblicato diversi interessanti diari dei suoi viaggi e delle sue esperienze tra cui “Somalia, ricordi di un mal d’Africa italiano” (1996) e “Bengala” (2000). Ma la sua passione più grande di viaggiatore rimane il Sahara su cui Pacifico ha scritto numerosi articoli e vari libri e taccuini di viaggio, tra cui “Diario Sahariano” (2004) e “Con i Tuareg, a Timbuctù e Nel Sahara” (2005) e “Sabbie Perdute” (2003).

I due volumi, raccolti in un elegante cofanetto, sono così divisi:

  • nel I Volume, la Parte Prima è dedicata al Sudan in due capitoli; la Parte Seconda dal titolo In Libia, in cinque capitoli
  • Nel II Volume, la Parte Terza dal titolo In Egitto in sei capitoli

Entrambi i volumi sono arricchiti nella parte centrale da un inserto fotografico in bianco e nero e a colori, con foto scattate dall’Autore stesso o da lui raccolte e curate.

Claudio Pacifico, Dieci anni in Egitto, Libia e Sudan, Il Cairo, Ed. Sharqiat, 2011, pp 720 (in due volumi).

Dieci anni in Egitto, Libia e Sudan

Esce edito dalla Edimond di Città di Castello (www.edimond.com), assieme alla casa editrice egiziana Dar Sharqiat, “Dieci Anni in Egitto, Libia i Sudan”, opera in due volumi a firma Claudio Pacifico, autore non nuovo a queste genere di imprese.

La sua passione per i viaggi e le esplorazioni nei deserti del globo lo ha portato infatti a organizzare nel corso degli anni innumerevoli spedizioni da quelli persiani a quelli australiani, dall’Hindu Kush al Karakorum, dal Gobi alla Papua Nuova Guinea, dagli altopiani del Tibet alle montagne Himalayane, dalle catene delle Ande alle giungle del Bengala o dello Yucatan, ma soprattutto nel Sahara su cui ha scritto numerosi libri e taccuini di viaggio.

Diplomatico di carriera è attualmente ambasciatore al Cairo dove si sta adoperando in quello che è un altro dei suoi numerosi impegni a favore del Sahara, salvaguardare il suo delicato equilibrio ambientale promuovendo e sostenendo l’indilazionabile causa della costituzione di parchi nazionali specie per quei siti suoi più celebri diventati oggetto di rapido degrado dopo l’esplosione della desertomania e del turismo d’avventura incontrollato.

Il recente varo di progetti di sviluppo e missioni di studio e di restauro dei dipinti di Wadi Sura e della grotta Foggini/Mestekawi nel Gilf Kebir egiziano ne costituisce l’ultima conferma nonché testimonianza dell’impegno italiano in questa nazione.

Uno dei pregi di questi due ampi volumi, in totale circa ottocento pagine suddivise in tredici capitoli che seppure catalogati sotto l’etichetta della narrativa di viaggio è infatti quello di andare ben oltre i confini di tale classificazione affrontando temi nuovi o finora ignorati come la differenza fra viaggiatore e turista, il mal di deserto, la moda del turismo d’avventura ed altri motivazione sorte dopo l’avvento del GPS, le ripercussioni, il confronto fra il Sahara di ieri e quello di oggi.

Si parte sempre dall’incantesimo di “Sabbie perdute” le sabbie del primo viaggio a Timbuctù , ma ancora una volta ritrovate in quelle di tre diversi paesi attraverso un nuovo dialogo dove la suggestione lasciataci dai viaggiatori del passato si interseca con quella del narratore di oggi in una prospettiva più oggettiva e moderna ma sempre accompagnata dalla consueta,sconfinata e pacata passione del Pacifico per l’indagine storica, archeologica, geografica che anticipano ogni capitolo, ogni viaggio, ogni sua singola esplorazione in un andante narrativo che seduce il lettore specialistico quanto quello più laico.

G. catania

Scarica il sommario del libro

 

PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCARE SUL LINK:

 

http://luoghinteriori.com/collane/libreria-luoghinteriori/dieci-anni-in-egitto-libia-e-sudan/